Google brevetta il Face Unlock Multi-Utente: sarà per Android Key Lime Pie?

Giungono ottime notizie dall’USPTO, ovvero dall’ufficio brevetti americano. Google, infatti, fa suo il brevetto del Face Unlock ma sembra che non sia quello che già tutti conosciamo. Infatti pare che sia stato brevettato un Face Unlock che permetta di riconoscere più proprietari di uno stesso dispositivo e che quindi, grazie alla modalità multi-utente, permette di avere impostazioni dedicate per il singolo utilizzatore del device.


Della modalità multi-utente avevamo già parlato ampiamente in altri articoli ma vi ricordiamo brevemente che si tratta di una funzionalità per ora silente all’interno di Android Jelly Bean che alcuni sviluppatori hanno scoperto ed hanno cercato di attivare.

Naturalmente qualche interrogativo ce lo siamo posti dopo aver appreso la notizia, in quanto Google pare che abbia voluto dare le basi a Jelly Bean per il supporto multi-utente. Da qui nasce l’ipotesi che Big-G possa implementare tale funzione nella nuova versione di Android, ovvero Key Lime Pie (4.2 oppure 5.0?).

Staremo a vedere. Intanto, come ci faceva notare un nostro utente, potremmo anche pensare che Google voglia portare Android su PC, altrimenti spiegarsi il motivo della multi-utenza su Android diventa piuttosto difficile in quanto viene vista come una feature non proprio adatta ai dispositivi mobili. Fateci sapere la vostra nei commenti :)

[Via]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Lorenzo Di Masi (FB)

    Concordo con Massimo Caro, è ancora acerbo per il mondo PC, soprattutto per il supporto drivers e per la gestione dei dispositivi esterni quali ad esempio le stampanti.
    Ciò non toglie che in futuro possa maturare.

  • Andrea Andreone (FB)

    Già c’è se ci fate caso sugli acer

  • Android si può già installare su pc

  • se mi portassero anche solamente il riconoscimento vocale sarei contento :D

  • Perfetto per i tablet “casalinghi”!

  • io due anni fa trovai un netbook con installato android..

  • Android é ancora acerbo..lo vedo sul mio sgs2..

  • Salvatore Maltese (FB)

    in che senso? chromium no è un OS da installare su PC?

  • max_rm

    Alla fine da utente utilizzatore di Galaxy S2 + Transformer 101 (con tastiera dock usata per il 5% del tempo forse) mi interessa poco se tra 3 o 5 anni avrò un sistema operativo chiamato Android o Chrome OS… alla fine tutti abbiamo delle aspettative e delle esigenze (ognuno le sue ovviamente) che i produttori di HW & SW cercano di soddisfare…. il nome e molto del resto è marketing….

    Per quanto riguarda lo sblocco e la relativa sicurezza ricordiamoci che non è quello l’obiettivo altrimenti basterebbe un password e/o un PIN….

  • io ancora non riesco a capire cosa serve il multiutente su uno smartphone……costeranno così tanto che lo compreremo in multiproprietà?

    • markisha1979

      Un pò di elasticità: android ormai non è più solo per smartphone da un pezzo!!!
      Non vedi l’utilità della multiutenza su un tablet?
      Non vedi possibilità legate ad una smarttv con android (invento: la webcam vede me e va su DMax, vede la mia morosa e va su realtime…. ;-) )

  • MaxArt

    La mia idea è che tutto questo sforzo di creare un sistema multiutente è quella di far sbarcare Android nel mondo dei PC, probabilmente fagocitando Chrome OS nel suo percorso.
    Già si è visto che un tablet come l’Asus Transformer, quando è collegata la tastiera, diventa praticamente un netbook.

    Speriamo solo che non si possa sbloccare con una foto.

    • trudtilp

      Sono d’accordo sull’ipotesi dello sbarco di Android su piattaforme non più mobile. Probabilmente questo è un preludio con l’acquisizione di brevetti volti a coprirsi le spalle per il futuro.

Top