Google Apps: o tutte o nessuna

GApps

Dal processo Samsung vs Apple stanno arrivando numerose informazioni preziose. Tra queste, c’è anche una parte dell’accordo che Google stipula con i produttori. Il Mobile Application Distribution Agreement (MADA) è l’accordo che consente ai produttori di installare le applicazioni di Google come il Play Store, Gmail, Google Maps e così via. Il fatto interessante è che i termini dell’accordo prevedono che l’installazione di una applicazione porti all’obbligo di installarle tutte.

Il motivo per cui troviamo sempre tutte le applicazioni Google preinstallate è proprio questo. Per installare il Play Store, infatti, è necessario installare anche tutte le altre app di Google – comprese app apparentemente non utili a tutti come Google Play Edicola. Questo accordo permette a Google di diffondere i propri servizi e di far sì che Android dia un qualche profitto.

Tra gli altri termini troviamo la necessità di impostare Google come motore di ricerca predefinito e di inserire la barra di ricerca almeno in una schermata della home vicina a quella principale. Quest’ultima parte chiaramente si applicava ai tempi di Gingerbread e precedenti, quando la barra di ricerca nella parte alta della home non era integrata nel launcher.

Di fatto si tratta di un accordo che permette a Google di guadagnare – finora potenzialmente, più che di fatto – da Android senza costringere i produttori a pagare per ottenere il sistema operativo ed i servizi associati. Una differenza sostanziale rispetto al modello (ormai dismesso) di Microsoft che chiedeva che i produttori pagassero per ogni dispositivo prodotto con il suo sistema operativo.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Bogles Georgian

    non le applicazioni di google sono il problema…che esse sono molto spesso utili e ben ottimizzate…ma le merde di app della samsung o sony o lg o di vari produttori che ci mandano in tilt i nostri smartphone…quelo e il problema

  • Gark121

    Titanium backup – > una bella sfoltita a tutto ciò che non uso. Tanto senza root non posso stare.

  • asdlalla2-la vendemmia

    Io direi che è ora di tagliare un po’ di queste google app.. play music , keep , edicola & movies tanto per iniziare

    • ilcampione

      Keep per me è fondamentale, è una benedizione.
      Edicola la uso parecchio.
      music e movie quasi per niente, ma musica e film non sono il mio forte(nemmeno al cinema vado)

    • Vincent Ammattatelli

      Beh, non è che ci voglia granché.
      Vai in Gestione Applicazioni, selezioni quel che non ti va e le disabiliti.
      Non mi sembra il caso di farne una questione globale.
      A me Keep ad esempio serve ed è utile. A te no, disabilitalo.
      Tanto Google ha dimostrato in questi anni che i servizi meno utilizzati li porta a morire. Quelli che non avranno successo spariranno. ;-)

      • asdlalla2-la vendemmia

        Si , so che si possono disabilitare (anche meglio io li ho segati proprio dalle gapps direttamente) ma spesso queste app di google si aggiungono a quelle proprietarie e per la stessa funzione ci sono due app (o anche di più) ….. per far un esempio , Sony walkmann e play music , stessa funzione ma app doppia
        Ora secondo me dovrebbero levare quelle app che sono superficiali sempre dando la possibilità di poterle scaricare dal play storie ovviamente (ora nemmeno ricordo tutte le gapps)

        • Vincent Ammattatelli

          Guarda, sarei d’accordo con te per certi versi. Proprio l’altro giorno mi sono fatto prendere dall’euforia è ho acquistato il mio primo album musicale dal Play Store.
          Il fatto che possa leggerlo solo con Play Music mi disturba alquanto. Purtroppo per questo aspetto siamo circa al pari di Apple. Compri la musica e te la devi ascoltare con il loro “servizio”.
          Ma mi pare anche logico. Altrimenti le Major della musica…. col piffero che gli davano la possibilità di vendere. Quelli mirano ad avere una piattaforma che garantisca la blindatura dei loro interessi. Non la fruizione del prodotto per te.

          • Luca Montaguti

            Farei notare che la musica acquistata la puoi sempre scaricare sul PC e copiare sul dispositivo. La possibilità di ascoltare ciò che acquisti con un altro strumento esiste, solo non è comoda ne incoraggiata ovviamente (vorrei anche vedere questa…)

          • Vincent Ammattatelli

            Non lo sapevo.
            Grazie. :-D

          • Luca Montaguti

            In teoria ha un numero limitato di download della tua musica ma se usi il tool di sincronizzazione non ci sono problemi :D

            Puoi trovarlo qui https://play.google.com/music/listen?u=0#/manager

    • Guido Santacroce

      Play Music è il mio lettore predefinito da sempre, quindi sarebbe stupido rimuoverlo.

    • ale

      A me sono molto utili invece, edicola è fantastica, music va bene, e anche keep non è male, movies non la uso ma va be

    • Gigi

      mi permetto di dissentire:
      – play music è il mio lettore preferito e sono anche abbonato a music unlimited quindi ne ho necessità oltre a piacermi
      – keep è il mio taccuino per tutto e senza sarei perso
      – edicola mi consente di leggere blog e siti comodamente senza dover visitare ogni sito a mano o avere un’app per ogni blog

      sono movies al momento non mi serve ma se un domani dovessero fare un abbonamento unlimited come con la musica probabilmente lo userò molto

      • erny

        gigi il problema è che il 20% delle persone le usa quelle app!!!

        • k52n

          20% dici? Be se è così non sono pochi dato che i dispositvi android sono più di 900 milioni sono circa 180 allora che usano queste app che reputate inutili..

  • Pingback: Google Apps: o tutte o nessuna | RSS News.it()

Top