Google spiega come ha alleggerito Android 4.4 KitKat

Android_KitKat_large_verge_medium_landscape

Già prima dell’annuncio ufficiale dell’ultima versione 4.4 di Android denominata KitKat, si era venuti a conoscenza del fatto che Google stesse lavorando al fine di ridurre il più possibile l’utilizzo di memoria RAM sui dispositivi e, quindi, dare modo a smartphone e tablet di fascia bassa di poter godere di questa nuova versione del sistema operativo.

In sostanza, quindi, Android 4.4 KitKat non è stato progettato per girare solo su device performanti ma, anzi, proprio per cercare di ridurre il più possibile la frammentazione di Android, si è deciso di lavorare molto duramente sull’ottimizzazione della RAM e sulla leggerezza del sistema operativo.

Ancora una volta, a spiegarci come Google ha reso possibile tutto questo, è Dave Burke, che è a capo delle operazioni di Ingegneria di Android in Google. Il processo di alleggerimento del sistema operativo, in particolare, prende il nome di”Project Svelte“, come qualcuno di voi già saprà, che va ad affiancarsi al “Project Butter” che Google ha introdotto con Android 4.1 Jelly Bean rendendo fluida l’interfaccia di Android.

Ci stavamo scherzando su quando la prima cosa che avevo cominciato fare era quella di lavorare sul Project Butter per rendere più fluido il sistema. Il fatto è, però, che questo aggiungeva peso. Così ho deciso di lavorare al Project Svelte per alleggerire il sistema, ed ora il mio contributo ad Android è fondamentalmente zero.

Dave Burke utilizza queste prime parole in un’interrvista a ReadWrite per esprimere com’è nato Project Svelte, ma la notizia interessante è quella che vi riportiamo qui di seguito tradotta dalle sue stesse parole:

L’obiettivo di project Svelte era in sostanza di ridurre “l’impronta” in memoria (RAM) per adattarla ad uno spazio di 512 MB. Il modo in cui lo abbiamo fatto, e che non abbiamo ancora detto, è stato quello di prendere un Nexus 4 ed adattarlo a lavorare a 512 MB di RAM. Abbiamo adattato la risoluzione del display alla qHD, cioè 960×540 pixel, perchè questo è il genere di risoluzione che di solito si vede su smartphone entry-level. Abbiamo ridotto le CPU operanti a 2 invece di utilizzarne 4, abbiamo ridotto la frequenza di clock ed altro ancora. Abbiamo letteralmente trasformato il Nexus 4 nel nostro smartphone predefinito per il test di Android 4.4. E’ stato difficile iniziare così.

Dunque, Google ha in pratica trasformato il Nexus 4 in uno smartphone di fascia bassa ed ha adattato il sistema a lavorare su quell’hardware. In questo modo si sono potute effettuare tutte quelle sperimentazioni che poi hanno portato i risultati che vediamo oggi.

In sostanza, quindi, il lavoro di Google si è basato su 4 punti fondamentali:

  • Ridurre l’impronta del sistema (cioè l’occupazione di RAM del solo sistema)
  • Ridurre l’impronta (l’occupazione di RAM) delle applicazioni che girano su dispositivi Google Experience (Nexus)
  • Capire e risolvere i problemi di crash delle applicazioni che si verificavano in condizioni critiche di memoria
  • Fornire una miglior misurazione e migliori strumenti per vedere come le applicazioni girano su Android, così da dare modo agli sviluppatori di vedere com’è il comportamento delle app in memoria

E proprio su quest’ultimo punto che Dave Burke si sofferma, introducendo una ulteriore informazione sui processi che è possibile monitorare su Android 4.4 KitKat. Se infatti su di un dispositivo con a bordo l’ultima versione di Android ci si reca in Impostazioni -> Opzioni sviluppatore, si può notare la presenza di una nuova voce: Statistiche sui processi. Vediamo a cosa serve:

Non abbiamo introdotto la funzione per gli utenti finali ma, se ci si reca nelle Opzioni sviluppatore su un dispositivo con Android KitKat, si nota la presenza di ProcStats (Statistiche sui processi). E’ un qualcosa che fornisce statistiche sui processi. Fondamentalmente monitora differenti applicazioni e processi nel sistema ed osserva quanto spesso sono attivi, e fornisce il quantitativo di RAM che utilizzano in background. Calcola una sorta di punteggio in base al peso, e fa una classifica in base a quanto pesante è un processo o un’app, così puoi vedere quali applicazioni consumano molta RAM per molto tempo. Abbiamo trovato questa funzionalità molto utile sotto il punto di vista delle applicazioni Google. Spesso abbiamo costatato che alcune delle nostre applicazioni non erano efficienti in termini di memoria. I processi erano anche attivi in background 24 ore su 24, così abbiamo introdotto questo interessante tool per analizzarle e snellirle.

Android 4.4 KitKat quindi è stato praticamente studiato in ogni sua singola parte per cercare di rendere il sistema più leggero possibile, in modo che potesse girare senza difficoltà anche su dispositivi di fascia bassa. Tutti gli smartphone entry level che saranno già commercializzati con a bordo questa versione di Android, quindi, non risentiranno della “pesantezza” del sistema in quanto appunto la “pesantezza” è stata scrupolosamente evitata.

Naturalmente Android 4.4 KitKat è solo un nuovo punto di partenza per le versioni di Android che verranno in futuro, per cui ha ancora bisogno di essere ottimizzato sotto alcuni aspetti (anche grafici). Intanto, Google ha già promesso un aggiornamento per la Fotocamera di Android del quale vi abbiamo parlato approfonditamente in un nostro articolo dedicato.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Android N in developer preview a breve? | Multi-window, notifiche e Doze - Tutto Android()

  • Pingback: Huawei Ascend P6 riceve ufficialmente Android 4.4 KitKat – Tutto Android()

  • Avere un SO leggero è utile ma se hai programmi che pesano come macigni è quasi inutile, Android deve (a mio avviso) lavorare sul Multitasking, e non dico che la soluzione sia il finto multitasking di iOS, ma una via di mezzo come quella di Greenify (anche senza root) per non permettere a certe porcherie di rimanere sempre in esecuzione, di occupare la barra notifiche di non aggiornarsi ogni 12 millisecondi se l’utente non vuole.
    Altrimenti hanno voglia di alleggerire il sistema operativo, rimarrà sempre lento in esecuzione.

  • Ruben

    A me va tutto fluido su nexus 4,
    a volte si blocca l app di facebook ma nn so se dipende da kit kat o dalla compatibilità dell app col nuovo sistema operativo

    • Leonardo Petraglia

      anche a me succede spesso!!!

      • Ruben

        Bo sarà facebook o un bug?

        • Leonardo Petraglia

          Non lo so prova a disinstallare e reinstallare,io cosi ho risolto

          • Ruben

            Ok grazie mille.

  • pesius

    io ho notato degli impuntamenti sul mio nexus 7 2012, sopratutto quando le applicazioni che lavorano in back-ground sono molte. A proposito, c’è un modo per inibirne l’avvio senza l’utilizzo di altre app?

    • san

      Non credo, cmq se hai 4.3 o 4.4 ti consiglio di usare “App Ops 4.3/4.4” magari ti è di aiuto.

  • leonardo_2k13

    un kit kat più leggero è un kit kat dietetico insomma…la Nestlè ne sarà sicuramente contenta :D

  • nexusprime

    Non voleva la frammentazione? Ma se molte features sono esclusive solo su n5 e su n7 2012 ad esempio manca art
    Poi non si può fare nulla per migliorare le prestazioni del tegra 3 ? Magari ottimizzare meglio il tutto.
    La RAM occupata a me sembra sempre la stessa

    • Diego Tognelli

      Il fatto che monta un launcher differente non è “frammentazione”. Hanno comunque lo stesso OS.

      • Ugo Burlini

        la frammentazione non e’ stata risolta nel momento stesso in cui hanno deciso di non aggiornare il galaxy nexus. maledetti.

        • Diego Tognelli

          RIguardo a questo fatto non posso che convenire, visto che molti ancora lo utilizzano e che avrebbe le potenzialità necessarie a supportare anche la nuova versione…

      • nexusprime

        beh il launcher di kitkat però porta una novità importante la presenza delle barre trasparenti quindi maggiore area visibile sullo schermo.
        poi per me non portare un launcher che dovrebbe essere di tutta la famiglia nexus è frammentare.
        anche la mancanza di art, chi me lo dice che in futuro non lo si avrà su nexus 7?
        sul nexus si è comportata male con la scusa dei driver dalla texas instruments, all’ inizio come ha fatto a svilupparci sopra ?

  • Pingback: Google spiega come ha alleggerito Android 4.4 KitKat | Bibiblog()

  • claudio fioretti

    Sarebbe interessante se Google ci spiegasse anche… perchè KitKat è meno fluido di 4.3,almeno su Nexus 4. Impuntamenti e lag non esistevano con Jelly Bean…almeno sotto questo profilo c’è stata un involuzione a mio avviso.

    • Fabrizio Menesini

      Imho è il kernel, modificandolo va molto meglio, resta (almeno per me) il problema del battery drain però…

      • claudio fioretti

        Diciamo che con la rom Brainmaster ho in parte risolto i problemi di lag,per quanto riguarda il battery drain non l’ho riscontrato…e nemmeno più deep sleep con wi-fi…problema che affliggeva 4.3

        • Fabrizio Menesini

          Utilizzi il kernel stock? non ho mai fatto prove con quello sia per i colori slavati che per il fatto che mi lagga real racing 3 con quello :P

          • claudio fioretti

            Si si ho lo stock,a dire il vero mi è venuta voglia di provare l’ultimo “franco” per KK…dicono sia eccellente sotto il profilo della durata batteria e ovviamente prestazioni.

          • Fabrizio Menesini

            Per le prestaziono te lo confermo, purtroppo è uno dei kernel che mi da problemi, adesso sto provando l’Hells-core e sembra che vada meglio.
            Però devo ancora provare la Brainmaster quindi potrebbe essere che non dia problemi.

  • Alex

    Quindi, teoricamente, potrei installare kitkat anche su degli smartphone più vecchi (tipo xperia play) e avere dei miglioramenti?

    • Simone

      in teoria sì, ma devi andare di custom rom perchè Sony non aggiornerà mai più i vecchi modelli, come nessun altro produttore del resto

    • Dany

      Nel caso specifico degli Xperia 2011, devi prima aspettare che i tipi di xda che riescando a far girare il kernel 3.x ….

    • Dryblow

      Io sul Galaxy Note con Omni rom basata su KitKat vedo qualche miglioramento rispetto alla 4.3.

  • Simone

    Tutto bello, ma a conti fatti su un Nexus 7 2012 non mi sembra di vedere una maggior velocità, che anzi si era vista con il passaggio dalla 4.2.2 alla 4.3. Resta secondo me ancora non troppo prestante il browser Chrome, che incredibilmente è più fluido e veloce su un Galaxy S2 con hardware inferiore.
    Detto questo, comunque funziona tutto egregiamente.
    Sul discorso di KitKat ottimizzato per la fascia bassa sarebbe interessante aprire un dibattito sul perchè alcuni produttori non lo implementano su smartphone di qualche anno fa che rientrano in quel taglio di memoria ram (512). Capisco il discorso di marketing, ma ad esempio Sony con l’Xperia Arc S, ha fatto davvero una porcheria nel passaggio da Gingerbread a Ice Cream Sandwich rendendo in alcune circostanze, in realtà quasi costantemente, il telefono inutilizzabile per via di lag e blocchi spaventosi. E non era un telefono dal prezzo molto basso.

    • Matteo Bottin

      Per quanto riguarda il browser, le basse prestazioni credo siano date prevalentemente dal Tegra che non ha mai eccelso in quel campo… Inspiegabilmente, un mediatek, nonostante non sia un mostro di potenza, fa girare fluido un browser grazie ai driver studiati apposta…

      • Simone

        ecco l’unico punto in cui non sono molto soddisfatto è il comparto browser. E non ho trovato nessuna valida alternativa. Ero riuscito a installare il browser stock tramite una procedura trovata su internet, ma ora con la 4.4 non va più. Era più fluido soprattutto nel pinch,ma ogni tanto crashava. Suggerimenti per browser alternativi?

        • nexusprime

          Io mi trovo bene con puffin o opera

        • Matteo Bottin

          Io sul note 10.1 uso Dolphin e mi trovo bene!

        • Baz

          Prova Mozilla Firefox

      • gato comunista

        Avendo un tablet tegra 3 ti posso confermare.. Il browser è qualcosa di mostruoso! In senso negativo ovviamente.

    • Emanuele Calà Campana

      boh sarà….ma a me su Nexus 7 2012 la 4.4 mi ha dato un impressione del tutto diversa…….fluidissimo….nessun impuntamento…..sembra davvero di mescolare del burro….

      • ilcampione

        Io ho avuto la stessa sensazione; ho solo 2GB liberi e prima il tablet si puntava e non era fluido (problema abbastanza noto con poca memoria libera); dopo l’aggiornamento una scheggia, tutto fluidissimo: è RI-NATO .Ora sono molto più soddisfatto di quando lo comprai a settembre 2012. Ottimo aggiornamento

        • Simone

          nono è fluidissimo non ho nessun impuntamento, dico solo che ho notato di più un miglioramento con la 4.3. Scorrendo il menu quando arrivo ai widget non si impunta più rispetto a quando avevo la 4.2.2

      • cirospat

        anche io su Nexus 7 2012 trovo più fluidità, vistosamente rispetto a prima.
        Non lagga, mentre prima lo faceva spesso.

    • Emil Österhed

      Io invece non noto nessun miglioramento o peggioramento a livello di fluidità…

Top