Virus e Malware: gli smartphone più a rischio del 2011

Virus e malware vengono costantemente accostati al sistema operativo Android che, raggiunta ormai la piena maturità nel settore mobile, rischia seriamente di essere vulnerabile a questo genere di rischi. Attraverso il blog bit9, siamo venuti a conoscenza dei dispositivi maggiormente colpiti nell’anno corrente: la stima prevede che, ad essere maggiormente esposti a tali attacchi, sono i terminali che non ricevono più aggiornamenti e patch ufficiali dalle stesse case produttrici, lasciando aperti inevitabili bug di sistema che rendono gli attacchi estremamente più frequenti. Siamo di fronte a numerosi dispositivi di tutto rispetto, come ad esempio il Samsung Galaxy S e l’HTC Desire, i quali non ricevono più le dovute attenzioni dagli stessi produttori, lasciando dunque nelle mani degli utenti una minaccia sempre ricorrente, difficile da arginare.

Il prezzo di vendita di tali dispositivi spesso è alquanto proibitivo, e sapere che dopo alcuni mesi essi non vengano più presi in considerazione lascia senza ombra di dubbio un certo amaro in bocca.

In tal senso, vedremo come le società di maggior richiamo si muoveranno ed affronteranno questo problema, anche a fronte dei famosi 18 mesi di update imposti da Google.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Francesco Moras

    Adesso sorge spontanea questa domanda, Android è un sistema basato su UNIX esattamente come ios-5 e i vari GNU/Linux in circolazione; come sappiamo i telefoni Android non sbucano dalla scatola con i permessi di amministratore tant’è che bisogna istallare e modificare da terminale o scaricando appositi programmi, per avere tale privilegio.Come dovrebbero funzionare i virus in questione?L’unica spiegazione sono applicazioni nel market che creano problemi, ma la colpa non è delle case produttrici di telefoni; ben si di G che continua a non curarsi delle restrizioni che il market dovrebbe avere per tutelare i consumatori,ci sono troppe applicazioni corrotte o inutili.Io sono un felice possessore di dell streak5 fermo alla 2.2.2 e nonostante questo neanche un mese fa è stato selezionato dal dipartimento della difesa americana come il migliore da questo punto di vista.Il telefono in questione è risaputamente fuori commercio e non aggiornato ovviamente……Io penso che siano allarmismi inutili quindi, o giustificazioni per mettere nel market antivirus insulsi che proteggono di fatto solo i computer windows, UNIX è portatore sano così come Android.

  • Marco

    Spero presto ci sarà un aggiornamento per HTC Desire S, che venga magari inserito nella lista degli smartphone HTC pronti ad essere aggiornati con il nuovo Ice Cream Sandwich!!! Ritengo sia un super smartphone, in tutti i sensi, e merita tutte le attenzioni!!!

  • Luigi De Angelis

    Cit: “il Samsung Galaxy S e l’HTC Desire, i quali non ricevono più le dovute attenzioni dagli stessi produttori, lasciando dunque nelle mani degli utenti una minaccia sempre ricorrente”…
    Il galaxy s a breve riceverà android 2.3.5 nn mi sembra che non riceva più le giuste attenzioni… è uno degli smartphone più aggiornati non so se mi spiego!

    • Anonimo

      aggiornamenti per quanto riguarda la sicurezza generale degli smartphone citati( patch,correzione bug etc…), che poi ricevano aggiornamenti al sistema operativo quello è un altro discordo

      • Luigi De Angelis

        quindi secondo te quando riceviamo un aggiornamento del sistema operativo non viene migliorata la sicurezza del telefono? lol

    • Kimonodoro

      luigi hai pienamente ragione…purtroppo a me sembra che queste siano notizie che vengono diffuse per far si che gli utenti continuino a star dietro al mercato degli smartphone e a tenersi “aggiornati”…

Top