Gli smartphone nel 2015 saranno dotati di servizi antifurto

smartphone_theft

Il 2015 potrebbe essere un anno importante per tutti quegli utenti che vivono con l’ansia che il proprio smartphone possa essere rubato, con conseguente rischio per la sicurezza dei dati personali in esso contenuti.

Tutti i principali produttori e carrier statunitensi, infatti, hanno siglato un accordo in base al quale si impegnano a fornire ai possessori di dispositivi mobile strumenti e servizi antifurto a partire dal mese di luglio del prossimo anno.

Apple, Google, HTC, Huawei, Microsoft, Motorola, Nokia e Samsung hanno tutte aderito a questa iniziativa, così come hanno fatto anche AT&T, Verizon, Sprint e T-Mobile per quanto riguarda gli operatori di telefonia.

Tra i servizi che saranno messi a disposizione degli utenti dal luglio 2015 troviamo la possibilità di cancellare tutti i propri dati da remoto nel caso di furto o smarrimento dello smartphone, rendere il dispositivo non utilizzabile da chi non è autorizzato (eccezion fatta per le chiamate di emergenza), prevenire la riattivazione del terminale senza il permesso del proprietario, riattivare lo smartphone e recuperare i dati cancellati se il legittimo proprietario ne rientra in possesso.

La speranza, a questo punto, è che tali servizi vengano presto introdotti anche in Europa.

Via e qui per immagine

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Daniele

    LG non ha aderito? O avete mancato di inserirla nell’articolo?!

  • soldi

    Con note 3 posso già impostate alcune di queste operazioni e agire in remoto:
    Se il cellulare è acceso rintracciarlo
    Blocco del telefono alla riattivazione
    Bloccarlo o sbloccarlo da remoto

    Vediamo se riescono a fare qualcosa di veramente innovativo!

    • adriano

      con knox o la gestione remota anroid??

      • soldi

        Il blocco della riattivazione si fa impostando una password di blocco grazie all account samsung,dunque in caso di hard reset il device rimane inutilizzabile.
        Le altre operazioni di localizzazione, blocco/sblocco da remoto ecc si fanno dal sito findmymobil. Samsung.

  • AYZAK

    Finalmente un qualcosa di importante, importantissimo per la propria di privacy.

  • ale

    “riattivare lo smartphone e recuperare i dati cancellati se il legittimo proprietario ne rientra in possesso”
    Cioè cosa vuol dire ? Che i dati in realtà non vengono cancellati ? Ma cosa serve allora, volendo uno li recupera, a meno che il sistema non cifri la partizione data in modo completo (ma allora li non ha senso l’ antifurto, uno non sa la chiave e non legge i dati lo stesso)

    • marco

      basta che siano salvati in cloud nell’account del produttore e li riscarichi, mica devono per forza riprenderli dalla memoria fisica

      • ale

        Ma allora anche li non servirebbe ritrovare il telefono per recuperarli… Basta l’account, invece si capisce chiaramente che uno quando ritrova il telefono può riavere tutti i dati…

  • Pingback: Gli smartphone nel 2015 saranno dotati di servizi antifurto | RSS News.it()

Top