Distribuzione Android Maggio-Giugno 2014: addio, Honeycomb; KitKat supera ICS

image2

Con i dati della distribuzione di Android ci eravamo lasciati l’ultimo mese con KitKat all’8,5% (in salita) ed Honeycomb allo 0,1% (in discesa). Gli ultimi dati della distribuzione pubblicati da Google qualche ora fa mostrano invece un quadro abbastanza diverso della situazione: Honeycomb è ora non pervenuto e KitKat quasi raddoppia rispetto al mese precedente superando così la distribuzione Ice Cream Sandwich vecchia di 2 anni e mezzo.

Android KitKat, che da poco è stato rilasciato nella versione 4.4.3, fa segnare infatti un ottimo 13,6% a fronte dell’8,5% fatto registrare lo scorso mese, mentre Ice Cream Sandwich scende dal 13,4% al 12,3%. Anche Android Gingerbread continua la sua inesorabile discesa (14,9% contro il 16,2% del mese passato) così come Jelly Bean che, rispetto ai precedenti dati, perde un paio di punti percentuali (58,4% contro il 60,8%). Qui in basso l’immagine che raffigura la tabella riassuntiva della distribuzione relativa a Maggio-Giugno 2014, i cui dati sono stati valutati in un periodo di 7 giorni conclusosi ieri 4 Giugno.

distribuzione android maggio-giugno 2014

I dispositivi che rientrano nella stima dei dati per KitKat sono tutti gli attuali top di gamma compresi tutti i Nexus lanciati fino a 2 anni fa, per cui la crescita della percentuale per questa distribuzione di Android è legata essenzialmente al lancio di dispositivi di fascia media e bassa già con a bordo Android KitKat o all’aggiornamento degli stessi alla nuova versione.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • sardanus

    Per rispondere al grafico pubblicato da apple durante il keynote sulla frammentazione degli OS.
    ..
    Diciamo che la “frammentazione di android” io la interpreterei così: Android 4.x da una parte e tutte le altre versioni (froyo, gingerbread, honeycomb) dall’altra. Quindi chi usa android 4.x è al 84,3%. Faccio questo perchè la UI holo di android 4 è rimasta pressochè invariata (tranne pochissime cose) e perchè le app più esigenti hanno compatibilità a partire da icecream sandwich (la maggiorparte).

    ..
    Il paragone è presto detto. Frammentazione Android sta a Frammentazione iOS come la diffusione di Android 4.x sta alla diffusione di iOS 7.
    ..
    Apple ha detto che iOS 7 è installato sull’87% dei terminali apple.
    Il grafico dell’articolo ci mostra che Android 4 è sull’84%, non vedo tutto questo distacco. Per me è errato considerare solo kitkat. Mettici che poi Android è molto più diffuso di iOS nel mondo, ciao ciao Apple!

    • Umberto Sulla

      quindi stai dicendo che Android è “fermo” più o meno da 3 anni e che i grandi ingegneri google in tre anni hanno aggiunto solo quisquiglie al loro sistema operativo. Mentre IOS 7 uscito a ottobre dello scorso anno (<1 anno).

      Non fraintendermi, io utilizzo un terminale android con 4.4.2 … sono comunque abbastanza open minded per non arrampicarmi sui vetri. So accettare che, almeno sotto l'aspetto della frammentazione, apple sia avanti anni luce.

      Chiudo qui… anzi no… hai provato a osservare meglio la tabella sopra? Il numerino sotto a API? Ti pare che ICS a KK possano essere uguali se hanno aggiunto 4 nuove API su un totale di 19? Se la maggior parte delle app sono compatibili da ICS a KK vuole dire solo che quelle APP sono state "castrate" di quelle funzionalità esclusive di KK….oppure che gli sviluppatori sono stati costretti a fare diverse versioni di queste app…. il che significa solo non sfruttare al massimo terminali più evoluti.

      E' anche per questo che in IOS le app ed i giochi sono più ottimizzati.

      • floriano

        il concetto di novità a tutti i costi non lo concepisco, le api per me possono star ferme pure per 10anni (come per windows xp e infatti è stata la sua fortuna), ora probabilmente si stanno concentrando nell’ottimizzare il sistema lasciando (quasi) intatte le funzionalità (e a me va bene così)..

        ps. c’è gente con l’iphone che non ha aggiornato a ios7 per paura di perdere ios6….

        • Umberto Sulla

          si tratta di persone che hanno terminali abbastanza vecchi… iphone 4 ad esempio o ipad di 2 generazione. Se uno spende per comperare l’ultimo ritrovato della tecnologia si aspetta come minimo che sia supportato in tutte le sue megafunzionalità e ottimizzato al massimo per sfruttarne tutta la potenza.
          Adesso voglio vederti con un pc 8 core, iperthreading, 16 gb di RAM 64bit e gli monti sopra XP. Sfrutterai un ventesimo della potenza… a 32 bit e vedrai solo 3 GB di ram.. non supporterà USB 3, HDMI, schede WIFI dual band, miracast, DLNA e chi più ne ha più ne metta…
          Praticamente hai comperato un mostro e non riesci a sfruttarlo.
          Se la tecnologia avanza deve avanzare anche il software che la sostiene.
          Apple mi ha impressionato nel suo ultimo WWDC non per IOS8 o per OSX 10.10, ma per METAL e per SWIFT. Si vede che chi lavora in APPLE è oltre … e pensa già al futuro.
          Se mi tirano fuori un iPhone 6 con display di 4.7 pollici al 90 % salto sul loro carrozzone

    • Enibe

      più che altro il confronto andrebbe fatto solo i nexus in quanto apple produce ios per i suoi dispositi come google produce android per i suoi nexus e google phone quindi direi che probabilmente il 4.4 ha una percentuale molto più alta di presenza

Top