Chromecast: Google rilascia il codice open source, hacker al lavoro

Chromecast-620

Il Chromecast è un piccolo dispositivo, presentato insieme al nuovo Nexus 7, che permette di vedere YouTube e altri contenuti in streaming da Internet direttamente sulla propria TV. Il dispositivo è perfetto per essere trasformato in un mini-PC multiuso, dunque gli hacker si sono già messi al lavoro per trovare le falle che permettono di fare ciò che si vuole. Nel frattempo Google ha rilasciato il codice open source.

Trattandosi di un dispositivo che utilizza il kernel Linux, Google ha dovuto rilasciare quelle parti del sistema che utilizzano codice protetto da licenza GPL. Non tutto è open source, ma quelle parti che lo sono sono state rese disponibili su Google Code a questo indirizzo.

Gli hacker, avendo a disposizione parte del codice, hanno cominciato a studiarlo scoprendo che il sistema operativo non è quello dichiarato. Mentre Google ha infatti affermato che si tratta di una versione ridotta di Chrome OS, gli hacker hanno scoperto che si tratta di una versione ridotta di Android. In pratica viene caricato un ambiente Android che fa poco più che gestire il browser Chrome (al cui interno vengono compiute tutte le operazioni, anche di visione dei video) e le connessioni.

Il dispositivo si rivela sempre più interessante e potrebbe trasformarsi in un nuovo Raspberry Pi per smanettoni ancora più incalliti, una volta caricato il giusto software.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • qandrav

    ehm sto facendo la magistrale nella tua università, forse ci conosciamo pure di vista, so bene cosa sia un hacker , semplicemente intendevo dire che se io ( o tu ) o un’altra persona (koush, ade esempio) riesce a creare un’app per lo streaming via dropbox sul chromecast non è certo un hacker..al massimo un ottimo coder (come tutti i ragazzi delle cyano o paranoid)…non era una critica a te, semplicemente considero hacker chi riesce ad oltrepassare barriere di protezione. se chiedi ad aristide del laser lab di fare un’app per il chromecast magari nemmeno sa iniziare però se gli chiedi di bucare un sito (entro certi limiti) probabilmente lo buca

  • qandrav

    hacker? addirittura?

    ps un piccolo appunto “Nel frattempo Google ha rilasciato il codice open source”

    non è meglio dire google ha rilasciato la parte opensource dell’os che fa girare il chromecast?

    ciauz!!!!!!!!

    • Non intendere hacker col significato normalmente attribuito da stampa e televisioni, ovvero di gente che cracka sistemi e ruba dati. In realtà, le persone che svolgono quei lavori si chiamano cracker.
      Gli hacker sono quelle persone che cercano di aggirare le limitazioni di qualunque tipo, ma soprattutto in ambito informatico. Non lo fanno per portare danni o farsi vedere, ma per il gusto di spostare l’asticella dei limiti un po’ più in là. Ti consiglio di leggere la relativa pagina su Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Hacker

Top