Archos presenta il tablet 101XS

Archos ha ufficialmente presentato la nuova linea di tablet, nota con il nome di G10 XS. Comune a tutta la linea è la presenza di una tastiera che funge anche da docking station, grazie alla presenza di un sistema di incastro magnetico esclusivo.

Il tablet presentato oggi, il 101XS, è il modello più grande della serie e presenta uno schermo con pannello IPS da 10.1 pollici con risoluzione 1280×800. Questo schermo è racchiuso da uno chassis in metallo e plastica che rinforza la struttura e le dona una grande resistenza. All’interno dello chassis troviamo una CPU dual core Texas Instruments OMAP4470 con GPU PowerVR SGX544, assieme a 1GB di RAM, 16GB di memoria flash, microSD fino a 64GB, microUSB, mini HDMI, WiFi e Bluetooth 4.0.

Una dotazione di tutto rispetto che rende questo tablet estremamente interessante. Tutto questo pesa 600 grammi ed è spesso solamente 8mm, cui vanno aggiunti 5mm di dock-tastiera. Il solo tablet è più sottile del nuovo iPad del 15%. “In qualità di pionieri nel mercato dei tablet Android, ci impegniamo a spingere continuamente in avanti le frontiere tecnologiche e l’esperienza dell’utente” ha commentato Henri Crohas, Fondatore e CEO di ARCHOS. “Abbiamo portato la nostra gamma di tablet ad un livello ancora superiore grazie al nuovo design che ridefinisce il concetto di sottile e al contempo offre maggiori funzionalità ad un prezzo migliore rispetto a qualsiasi altro tablet Android presente sul mercato.”

La tastiera è però la vera particolarità del tablet: grazie ad alcuni magneti, infatti, può essere usata come cover e come docking station, ma non rimane mai “in mezzo ai piedi” grazie al fatto che può essere agganciata sia davanti che dietro al tablet, permettendo quindi un uso dello stesso anche senza tastiera. L’alimentazione della tastiera, che ha in dotazione tasti ad isola, avviene tramite un collegamento magnetico al tablet; è possibile caricare la batteria tramite un connettore apposito presente su un lato della tastiera.

La digitazione è comoda e il tablet è solidale con la tastiera. Archos ha tirato fuori davvero un bel prodotto, di cui vi faremo avere alcune impressioni iniziali nel prossimo futuro con la speranza di poter pubblicare il prima possibile una recensione completa che lo analizzi in tutti gli aspetti con cura.

La batteria durerà tra le 7 e le 10 ore a seconda del tipo di utilizzo, posizionandosi in ogni caso ai primi posti per durata. Inoltre sarà possibile collegare chiavette USB tramite adattatori specifici che trasformeranno la porta microUSB in una porta USB full-size. Proprio questo adattatore servirà per poter usare la chiavetta-modem necessaria per la connettività 3G.

Il sistema operativo è, per il momento, Android 4.0 Ice Cream Sandwich, ma un aggiornamento a Jelly Bean è in programma per i prossimi mesi.

Il 101XS sarà disponibile nei negozi a partire da metà Settembre al prezzo di 379€. La distribuzione della nuova generazione è migliorata notevolmente rispetto al passato, e dovremmo riuscire a trovare i tablet Archos in tutte le principali catene di elettronica. In futuro dovrebbero essere rese disponibili anche altri tablet, con differenti dimensioni dello schermo. Sono previsti un modello da 8 pollici e un modello da 9.7 pollici, con possibili sorprese più in là.

Dopo averlo avuto per le mani posso assicurarvi che si tratta di un prodotto eccezionale.  Voi cosa ne pensate? Siete interessati ad una proposta di questo tipo? Oppure preferite prodotti più rinomati e blasonati come i Transformer Pad di ASUS? Fatecelo sapere nei commenti.

Spoiler Inside: Comunicato stampa SelezionaMostra

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Avete mai spedito un prodotto Archos in assistenza? Fa pena. Questo prodotto è interessante ma il servizio che c’è intorno è il più inutile che abbia mai provato. Interessato dal 101G9 l’ho preso ed è stato il peggior acquisto della mia vita. Adesso devo rispedirlo indietro per la terza volta per lo stesso motivio: la porta USB posteriore che smette di funzionare. Per il resto non ho nulla da dire, però. È pieno di piccole cose molto apprezzate dagli utenti (app per il multimedia, gommini sul retro, stanghetta per tenerlo in piedi etc. etc.) ma mi sa che con il prossimo tablet ne farò volentieri a meno acquistandone uno di un altra marca.

    Ah, perchè il discorso di introduzione del tablet sembra venga enunciato a Milano? Non esiste alcuna sede Archos in Italia… Almeno così è scritto sul sito.

    • Riccardo Robecchi

      Il tablet è stato presentato a Milano, eravamo presenti durante l’annuncio ufficiale.

  • alexian

    a mio parere i tablet da 10 pollici non dovrebbero avere una risoluzione inferiore a 1900×1200, sarà anche un bel prodotto, ma per leggere una risoluzione FullHD ci vuole.

    caso diverso per i tablet 7 dove quella HD (1200×800) è più che sufficiente.

  • Daniele Massa (FB)

    Mi dispiace ma mi sto per convertire a Apple… Di terminali Android ce ne sono tanti, alcuni di gran lunga superiori alla mela, ma, per me che sono un musicista, finché non ci saranno applicazioni professionali, come nel caso di quelle della native instruments, con tanto di parte hardware interfacciabile, tutta questa potenza non viene giustificata dal reale uso che ne vorrei fare

  • Archos è una spanna avanti.. Ha caratteristiche che chi possiede un Samsung o un iPad si sogna.. L’acquisto del mio Archos 80 è il migliore che io abbia fatto.. Sono le piccole cose che te lo fanno apprezzare.. eppure ho avuto smartphone e tablet di ogni tipo..

  • Michele Faraone (FB)

    Lo comprerò senza pensarci DUE VOLTE!

  • Decisamente un bel prodotto!ma il problema é che sia Android che iOS sono ancora indietro come evoluzione..

  • Decisamente un bel prodotto!ma il problema é che sia Android che iOS sono ancora indietro come evoluzione..

    • MaxArt

      Rispetto a cosa?

Top