Apple perderà lo scontro con Amazon sul termine “app store”?

Se Apple, grazie al suo “think different”, ha affermato che “il termine ‘app store’ non indica necessariamente un negozio di applicazioni” sperando di convincere il mondo di questa assurda verità rivelata, evidentemente la corte che si sta occupando del caso ritiene che questa motivazione sia poco credibile. Apple ritiene infatti che l’uso del termine “app store” da parte di Amazon può danneggiare la sua immagine per la scarsa sicurezza presente in questo, nonchè ritiene che gli utenti siano sufficientemente privi di intelligenza per poter distinguere tra Apple App Store ed Amazon Appstore e, dunque, eventuali ripercussioni negative sulla fama del negozio di Amazon andrebbero poi a ricadere sulla fama del negozio made in Cupertino per l’uguaglianza del nome. Il giudice che si sta occupando del caso, Phyllis Hamilton, ha dichiarato pubblicamente che non crede che Apple abbia dimostrato sufficiente confusione tra gli utenti, motivo per cui crede che “probabilmente” respingerà la causa di Apple nei confronti di Amazon. Questa la dichiarazione ufficiale:

“I’m troubled by the showing that you’ve made so far, but that’s where you’re likely not to prevail at this early juncture.”

Tradotto: “sono impressionata dalla dimostrazione che avete portato avanti sinora, ma questo punto è quello dove probabilmente non prevarrete in questo primo momento.”

Amazon, dal canto suo, continua a sostenere che il termine “app store” sia troppo generico per poter essere brevettato, e dunque Apple non può avere un diritto esclusivo sul termine. D’altronde, quanti sono mai andati a cercare applicazioni Android sull’Apple App Store?

[Via androidcommunity.com]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • kiokoman

    "ritiene che gli utenti siano sufficientemente privi di intelligenza per poter distinguere tra Apple App Store ed Amazon Appstore" e non poteva essere altrimenti solo per il fatto che hanno scelto di acquistare un iphone …

  • Pingback: Centomila app per l’iPad sull’App Store – melablog.it (Blog)()

  • Leocard

    Mah… non credo che esistesse un App store prima dell'iPhone… non è il termine App… ma l'uso del brand. Se loro lo hanno registrato possono provare a difenderlo (non necessariamente vincendo, nel senso che anche se l'Authority apposita ha concesso la registrazione non significa che poi non possa venire revocata).

    • MaxArt

      Giusto, è un brand… ma, come già s'era discusso nelle precedenti news, è come se fosse stato registrato il termine "fruttivendolo".
      L'errore è stato permetterglielo, ma a quanto pare la legislazione USA permette di porvi rimedio annullando la registrazione del marchio.

  • MaxArt

    Oh, beh, magari qualcuno ci sarà stato… Non esiste limite alla stupidità della gente.
    Ma saranno casi rarissimi, nella stragrande maggioranza dei casi ogni app Android abbastanza nota ha la sua versione per iOS.
    È più facile il contrario, cioè che uno arrivi sull'Amazon App Store e cerchi un'applicazione specifica per iOS… non trovandola. Ma confondere Amazon con Apple? Sarebbe come dire che Amazon la conoscano due gatti, il che è palesemente falso.

    Mettendosi nei panni di un neanderthaliano informatico (il quale, secondo me, dovrebbe avere non più di un telefeono che telefona e manda messaggi, altro che iPhone), arriva su Amazon, e che fa?
    1. ha un iPhone: non scarica nulla, nessun danno per Apple;
    2. ha un telefono Android: scarica le app, ma non può fare confronti con l'Apple App Store perché… non ha un iPhone;
    3. ha un iPhone/iPad E un dispositivo Android: qui il problema può esserci, ma vi prego, ditemi che almeno questi ne sanno qualcosa…
    Ma anche se fossero delle capre, ebbene, non si accorgerebbero nemmeno dei "problemi di sicurezza" di Amazon, veri o presunti che siano, semplicemente perché ci vuole un occhio un po' più esperto per notarli.
    Quindi, non vedo proprio come Apple possa essere danneggiata.

    Ad ogni modo, Amazon ha ragione al 100% sul nome e questo mi pare evidente. Spero prevalga e ci si dimentichi presto di questa assurdità.

  • Pingback: Amazon vincerà contro Apple sul termine “App Store”? – Androidiani « Androidiani.com()

  • Pingback: Apple perderà lo scontro con Amazon sul termine “app store”? | | matteo martinazzo()

Top