Le app per Android Wear sono maggiori di quelle per i Glass

Android Wear Store

Poche settimane fa sono stati lanciati sul mercato i due primi dispositivi Android Wear – LG G Watch e Samsung Gear Live – e il numero di applicazioni sul Play Store che supportano questi smartwatch ha già superato di gran lunga il numero di app disponibili per i Google Glass, presentati da oltre un anno.

Esistono diversi metodi per misurare il successo di una piattaforma. Uno di questi è sicuramente la quantità di vendite effettuate, più specificamente la quota di mercato. Un altro criterio molto importante, specialmente per i consumatori, è la disponibilità di applicazioni per il prodotto. Quando decidiamo di comprare un nuovo dispositivo, e di investire il nostro denaro, siamo sempre influenzati dalla quantità di applicazioni dedicate. Per questo motivo, possiamo identificare Android Wear come un sistema operativo di successo. Anche se da poco presente sul mercato, esso ha sbaragliato i Google Glass, disponibili da molto più tempo.

Ciò è sicuramente dovuto ad alcuni importanti fattori: Google ha imposto regole differenti per quanto riguarda lo sviluppo di app per questi due dispositivi. Per i Google Glass gli sviluppatori devono seguire attentamente alcune linee guida riguardanti il design e il funzionamento, dettate dal colosso di Mountain View. Dopo di che, le app devono essere approvate e solo alla fine aggiunte sul catalogo Glassware. Per gli Android Wear invece la procedura è molto meno rigida. Gli sviluppatori possono aggiungere il supporto agli smartwatch per le loro app già esistenti, oppure crearne delle nuove. Inoltre, queste possono riguardare ogni tipologia – dai watchfaces alle torce – e possono essere installate da chiunque alcuni minuti dopo la pubblicazione. Sul Play Store è presente una sezione dedicata ai dispositivi Android Wear, anche se contiene solo alcune applicazioni selezionate da Google.

Da una parte, avere tante applicazioni che compiono  la stessa funzione non aiuta. Però è proprio questo sistema – un po’ caotico – che noi tutti conosciamo e apprezziamo. D’altra parte, avere poco meno di cento applicazioni per i Google Glass da più di un anno dal lancio del programma Explorer e le rigide regole di Google non incitano sicuramente in maniera positiva gli sviluppatori che lavorano a questa piattaforma.

Qual è il vostro parere a riguardo?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • MaxArt

    È perfettamente normale che sia così. Glass non è mai uscito dalla fase di sviluppo (e chissà per quanto ancora ci resterà), mentre Wear è già in commercio.
    È chiaro che gli sviluppatori si buttano su ciò che c’è più ampiamente in circolazione.

Top