XiaoMi si appresta a lanciare un caricabatterie portatile da 5.200 mAh a €4

Xiaomi_Power_Bank_general

Non è la prima volta che vediamo XiaoMi impegnata nella realizzazione di accessori per i dispositivi mobile. Non molto tempo fa, infatti, XiaoMi aveva annunciato ufficialmente un caricabatterie portatile per smartphone e tablet da ben 10.400 mAh a soli $11, equivalenti a circa €8. Peccato, però, che questo caricabatterie sia stato commercializzato solamente in Cina.

A quanto pare, però, l’azienda cinese non si è fermata sotto questo punto di vista ed ha realizzato anche un caricabatterie portatile con una capacità esattamente dimezzata rispetto a quello da 10.400 mAh, ovvero 5.200 mAh. Anche il prezzo a cui XiaoMi dovrebbe commercializzare questo nuovo accessorio – che potrebbe far comodo a molti – dovrebbe essere la metà di quello del caricabatterie con amperaggio doppio, cioè 5 dollari equivalenti a poco meno di €4.

Così come il precedente, pare che anche questo caricabatterie sarà commercializzato in varie colorazioni, come si vede anche dalle immagini in galleria.

Purtroppo non è ancora nota una data di commercializzazione, così come anche i mercati nei quali il dispositivo sarà venduto, anche se siamo portati a pensare che al nuovo caricabatterie da 5.200 mAh tocchi la stessa sorte di quello da 10.400 mAh, e cioè che potrebbe essere commercializzato solamente in Cina (almeno per i primi tempi).

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • ciccio

    Ciao a tutti , ci sono novità su questi prodotti?.. O qualcosa di equivalente?, quali sono i parametri che bisogna osservare per non fare danni?

  • si puo avere il link dove e possibile comprare la batteria da 10400 mAh?

  • leonardo

    ha solo una porta usb io ho trovato uno a 17 euro è da 12000 ed ha 2 porte usb

    • Tesky99

      dove?

      • Andrea Stangarone

        qualeee?

  • Kalos86

    Se il mio HTC One non reggesse il voltaggio della batteria esterna di XiaomMi e, si bruciasse (lettaralmente) danneggiando il mio terminale, chi mi ripaga? Io credo che se compri qualsiasi prodotto di alta fascia (HTC, Samsung, Apple, ecc), è sempre conveniente comprare prodotti originali del proprio smartphone. Tanto HTC produce una batteria esterna da 6000 mAh. Costa 56€, ma preferisco non buttare i soldi che ho speso per lo smartphone (per soli 4€). Se uno spende 400-500€ (come ho fatto io poichè ho aspettato che il prezzo di HTC One scendesse) per un dispositivo, perchè dovrebbe perdersi per altri 50€ non acquistando un accessorio originale? Vedo persone che comprano iPhone e vogliono risparmiare sulle flip case (comprando quelle sulle bancarelle a 5€). É un paradosso gigantesco!

    A mio avviso, questi accessori a basso costo, sono funzionali a prodotti di bassa e media fascia. É coerente con l’idea di chi compra e vuole risparmiare.

    • Alessandro G

      Una porta USB è sempre a 5Volt. quello che potrebbe cambiare è l’amperaggio. in ogni caso ogni trasformatore fornisce sulla scatola i valori, quindi basta usare il buon senso.

      • Kalos86

        Infatti io uso il mio buon senso e preferisco spendere un pò in più per un caricabatteria esterno originale HTC anzichè vanificare il mio investimento. Sicuramente il voltaggio della presa usb è lo stesso, ma chi mi assicura che non succede nulla? Pure se succeddesse con un prodotto HTC, sicuramente mi sostituiscono il cell. Grazie mille per la risposta

      • Kalos86

        Sicuramente il voltaggio della presa usb è lo stesso, ma chi mi assicura che non succede nulla? Non so, questi 4euro mi fanno dubitare sulla qualità del prodotto. Troppi costi di gestione e, per contenerli mettono pezzi più meno qualitativi. Voglio ammettere che loro costi produrre ogni batteria a 2 euro. Gl’altri due euro di ricavo (riparti tra fornitori e azienda), riescono a giustificare il costo di produzione? Forse sì, ma dovrebbero essere venduti almeno qualche milione di pezzi.

      • Vincent Ammattatelli

        L’amperaggio è importante per i tempi di ricarica e per l’alimentazione stessa dell’apparecchio ma l’importante è che non sia sotto dimensionato. Il valore non deve essere inferiore a quello nominale prescritto dalla casa produttrice. Questo perché se inferiore l’apparecchio “spremerà” l’alimentatore oltre le sue capacità rischiando così di danneggiarlo e di conseguenza surriscaldarlo e/o alterarne i valori di voltaggio in uscita. Questo porterebbe poi al danneggiamento del telefono.
        Se il valore di amperaggio fornito dall’alimentatore è superiore a quello nominale richiesto dall’apparecchio non accade nulla. Questo perché se l’apparecchio nasce per consumare 1500mA anche se lo colleghi ad un alimentatore in grado di fornire una corrente di 64A….. l’apparecchio consumerà sempre 1500mA. Solo in caso di guasto dello stesso i consumi si altereranno e in quel caso….. diventerà una torcia in pochi secondi. Ma questo in caso di cortocircuito o guasto similare e non dipende dall’alimentatore.

    • Alessandro G

      Inoltre è impossibile bruciare un apparecchio elettronico con una batteria. non è collegata all’AC quindi non puo’ causare un cortocircuito a 220V che da fuoco all’apparecchio come accaduto con certi caricabatterie. Metti la lingua sulla batteria da 9V… .. senti solo un pizzicare.. pensa un 5V.

      • Kalos86

        Sicuramente il voltaggio della presa usb è lo stesso, ma chi mi assicura che non succede nulla? Non so, questi 4euro mi fanno dubitare sulla qualità del prodotto. Una batteria portatile richiede un certo costo di gestione (per fabbricarlo). Ovviamente, la scelta di venderli a 4 euro, significa che per contene i costi di gestione, hanno messo pezzi meno qualitativi. Voglio ammettere che a loro costi produrre ogni batteria a 2 – 2,5 euro. Gl’altri 1,5 – 2 euro di ricavo (riparti tra fornitori e azienda), riescono a giustificare il costo di produzione? Forse sì, ma dovrebbero essere venduti almeno qualche milione di pezzi. Però, può essere che a XiaoMi, le singole batterie i costi di gestione siano di più, ma preferiscono venderle a minor prezzo (e quindi perdere sul ricavo) per farsi pubblicità.

      • Vincent Ammattatelli

        Non sono d’accordo con te. Puoi bruciarlo e come. Non è il voltaggio che fa la differenza ma l’amperaggio.
        Certo è che per fargli prendere fuoco è necessario che avvenga in ogni caso un corto circuito.
        Indipendentemente se il caricatore è da muro o una batteria (come in questo caso ad alto amperaggio) se si verifica un corto circuito dovuto al cavo, al telefono o a qualsiasi altro elemento….. il fumo lo vedrai comunque. Anche a 5V! X-D

    • Mop90

      È giusto quel che dici tu, e sono d’accordo, anch’io vedo persone che con iPhone, S4, G2 che dopo aver speso 500€ e passa per il telefono, comprano pellicola, cover e ricambi (in totale) a 10€. Ovviamente i ricambi originali se li fanno pagare molto di più, ma questo è un discorso che puoi fare per una batteria, un alimentatore, ma non credo per un caricabatterie portatile, che non è come uno da muro e quindi non può causare danni gravi. Poi ormai se ne vedono di tutti i tipi, vai in un negozio di elettronica e vedi quanti ne vendono (Duracell, Sony, tanto per citarne alcuni famosi). Secondo me XiaoMi venderebbe molto se arrivasse anche da noi, specie con quei prezzi, uno per 10€, anche se vuole buttarli lo proverebbe un caricabatterie così, poi ognuno la pensa a modo proprio.

      • Kalos86

        rispetto il tuo pensiero, e grazie per la tua analisi. Io, dopo una spesa di 500 euro, preferisco comprare accessori originali specifici per il mio device. Poi, se compri spesso una certa marca, li puoi sempre usare :D

    • Matteo

      Xiaomi è una marca affermata, che fa prodotti di qualità top e che in Cina vende più di Apple. Il prezzo è basso perchè sono differenti strategie di vendita.

      • Kalos86

        Lo so Matteo, ma non so, questi 4euro mi fanno dubitare sulla qualità del prodotto. Una batteria portatile richiede un certo costo di gestione (per fabbricarlo). Ovviamente, la scelta di venderli a 4 euro, significa che per contenere i costi di gestione, hanno messo pezzi meno qualitativi. Voglio ammettere che a loro costi produrre ogni batteria a 2 – 2,5 euro. Gl’altri 1,5 – 2 euro di ricavo (riparti tra fornitori e azienda), riescono a giustificare il costo di produzione? Forse sì, ma dovrebbero essere venduti almeno qualche milione di pezzi. Però, può essere che a XiaoMi, le singole batterie i costi di gestione siano di più, ma preferiscono venderle a minor prezzo (e quindi perdere sul ricavo) per farsi pubblicità. In effetti ha una strategia di mercato molto particolare ;-)

    • Eros Nardi

      io sono più preoccupato che possa esplodere la batteria stessa se la carico a corrente troppo alta.. sarà per questo che l’hanno fatta di metallo ? XD meno duttilità ma contiene i cocci =P

  • Cristian Antonio Piva

    Molto interessante!
    Quella da 10400 mha si trova senza impazzire troppo ;)

  • Mop90

    Speriamo arrivi anche da noi, lo comprerei subito. Peccato per la versione da 10’400mah, 11$ è un buon affare.

  • Danny Ferragina

    se uscisse qua in italia credo propio che non esiterei un attimo a comprarlo

  • ilpista83

    Ottimo, mi piacerebbe molto averlo anche ad un prezzo un po più alto! Spero che arrivi anche in italia o al massimo su amazon.

Top