Recensione Creative Sound Blaster E3

Creative-Sound-Blater-E3-1

Il fatto che i produttori abbiano puntato tutto sull’interazione tramite schermo sensibile al tocco sta pian piano facendo sparire tutti i tasti fisici dai nostri dispositivi. Questo fatto è, in sé, positivo perché riduce il numero di elementi meccanici che possono rompersi per usura; il lato negativo, però, è che non si hanno più alcuni tasti fisici altrimenti molto utili, come ad esempio i tasti per controllare la riproduzione della musica.

Un altro elemento dell’esperienza musicale in mobilità che può essere migliorato è quello della presenza di cavi: nell’era wireless siamo ancora costretti ad utilizzare dei cavi per ascoltare la musica, a meno che non acquistiamo cuffie con connettività Bluetooth – il cui costo è spesso sensibilmente superiore rispetto alle controparti con cavo, a parità di qualità.

Creative Sound Blaster E3 è un piccolo dispositivo che, a primo impatto, potrebbe quasi sembrare un vecchio lettore MP3 senza schermo. Si tratta in realtà di un DAC (Digital to Analog Converter) e di un amplificatore portatile con connettività Bluetooth. Che lo si usi con un computer o con uno smartphone o un tablet, Sound Blaster E3 riesce a dare nuova vita ai nostri brani preferiti.

Ringraziamo Creative per averci fornito il prodotto oggetto della prova.

Caratteristiche e design

Creative Sound Blaster E3 è un piccolo dispositivo poco più grande dei vecchi lettori MP3 a chiavetta che andavano tanto circa 10 anni fa. Con dimensioni pari a 60.5 x 45 x 23 mm e un peso di 44 grammi, è facile dimenticare di averlo in tasca.

La forma è un po’ particolare: visto dall’alto è un rettangolo, ma visto lateralmente si allarga per poi restringersi. Proprio sullo spigolo sono posizionati i tasti per azionare il dispositivo, che risultano quindi decisamente accessibili e comodi. Anche la corsa dei tasti è ottimale. Sul lato inferiore è presente una clip per fissare il Sound Blaster E3 a pantaloni, magliette, camicie, felpe, giacche e quant’altro. La clip è realizzata in plastica lucida semi-trasparente, contrariamente al resto del dispositivo che è realizzato in plastica grigia satinata (per i lati maggiori e i lati superiore ed inferiore) o nera lucida (per i lati minori).

Creative-Sound-Blater-E3-5

Guardando il dispositivo dall’alto troviamo sul lato superiore il chip NFC per connettere velocemente il dispositivo ad uno smartphone o tablet Android; i lati maggiori ospitano i controlli (accensione/spegnimento e play/pausa/controlli chiamate sul lato in alto, controllo del volume e traccia precedente/successiva sul lato in basso), mentre i lati minori ospitano le di connessione (micro-USB e line-in sul lato di destra, due jack per le cuffie di cui uno con supporto al microfono sul lato di sinistra).

A metà tra il tasto di accensione e quello di play/pausa è presente un LED che si illumina di bianco quando il dispositivo è acceso e collegato ad un computer, di blu quando è connesso in Bluetooth (lampeggia quando è in attesa di connessione) e di rosso quando la batteria è scarica.

Creative-Sound-Blater-E3-3

Funzionalità

Anche in questo caso, come per il Sound Blaster Roar, Creative ha inserito una quantità di funzioni notevole. Creative Sound Blaster E3 non è soltanto un amplificatore per cuffie che permette di trasformare qualunque cuffia in una cuffia Bluetoth, ma è anche una vera e propria scheda audio esterna utilizzabile sul proprio computer.

La porta micro-USB serve infatti sia per caricare il dispositivo (da porta USB sul computer o da alimentatore) sia per collegarlo al computer e utilizzarlo come scheda audio esterna. Il riconoscimento è immediato su MacOS X e su Linux, mentre su Windows bisogna installare i driver; il risultato è nettamente positivo e la qualità è sensibilmente superiore a quella offerta dalle schede audio integrate.

Creative-Sound-Blater-E3-4

È possibile utilizzare l’USB tramite adattatore (presente nella nostra confezione, ma non segnalato sul sito Creative) anche per connettere smartphone e tablet, ma con dei limiti: non è, ad esempio, possibile regolare il volume. Sotto una certa soglia (molto alta, a dire il vero) il volume infatti si azzera e dal dispositivo non è possibile controllare il volume. Abbiamo fatto prove con un Nexus 4 e un Acer Liquid S2, senza poter regolare il volume su livelli accettabili. Inoltre il dispositivo si ricarica quando collegato al Sound Blaster E3 poiché lo rileva come un dispositivo da cui attingere energia; questo diminuisce notevolmente la durata del DAC.

Sound Blaster E3 supporta cuffie da 600Ω, che normalmente richiedono un amplificatore e che restituiscono un volume molto basso quanto attaccate a smartphone, tablet e computer. Il rapporto segnale-rumore di 112dB si apprezza meglio proprio con cuffie di fascia più elevata, ma se ne può trarre vantaggio anche con cuffie “normali” – anche se difficilmente si potranno sentire differenze sconcertanti con cuffie da 15€.

Creative-Sound-Blater-E3-6

Il fatto di poter utilizzare qualunque cuffia come una cuffia Bluetooth è uno dei principali punti di forza di questo DAC. Il fatto è, in sé, positivo perché permette di utilizzare un tablet o un phablet come lettori multimediali anche riponendoli nello zaino e avendo ugualmente facile accesso ai controlli, senza dover per forza tenere il dispositivo sorgente a portata di mano o, magari, in una tasca (e nel caso dei phablet non sempre questo è possibile). I tasti per controllare la riproduzione sono l’altra enorme comodità che viene resa possibile dal Sound Blaster E3: finalmente è possibile controllare la riproduzione dei brani anche senza dover pescare di tasca il proprio smartphone!

La doppia uscita si rivela particolarmente utile se si vuole ascoltare un brano insieme a qualcun altro o se si vuole fare un confronto tra due cuffie (come, peraltro, ho fatto io per questa recensione!): si inseriscono i due jack da 3.5mm nelle rispettive porte e la riproduzione avverrà su entrambe le cuffie. Se collegato ad un computer, si può utilizzare un ingresso per le cuffie o gli altoparlanti e il secondo per un microfono.

L’autonomia dichiarata da Creative è di 8 ore, che sono perfettamente in linea con quanto ho riscontrato nell’uso. L’autonomia dipende molto dal volume di riproduzione e dalla qualità del segnale Bluetooth proveniente dallo smartphone/tablet (direttamente proporzionale alla distanza): tenendo lo smartphone nello zaino e il Sound Blaster E3 nella tasca dei pantaloni ed ascoltando la musica a volume medio-basso la durata è stata più che buona arrivando a coprire le 8 ore dichiarate.

Creative-Sound-Blater-E3-2

Audio

La differenza tra l’audio in uscita proveniente dal Creative Sound Blaster E3 e quello proveniente da un PC o da uno smartphone è sensibile. Per apprezzare al meglio il cambiamento è necessario utilizzare cuffie di buona fattura, ma già con cuffie dal costo contenuto come le Ubsound Fighter si sente lo stacco. La definizione, la quantità di bassi e di medi e, soprattutto, la qualità generale del suono subisce un cambiamento drastico in positivo.

Non solo c’è un notevole miglioramento per i brani in formati lossless, ma anche nella riproduzione dei normali MP3 a 320kbps è facile notare la differenza. Non è quindi necessario impiegare file FLAC o ALAC da decine di megabyte per canzone per sentire al primo impatto che c’è una profonda differenza tra l’audio proveniente direttamente dallo smartphone e quello proveniente dal DAC di Creative.

Le differenza più marcate si possono notare nella quantità di dettagli: laddove i piatti della batteria appaiono confusi e poco definiti, con Sound Blaster E3 acquisiscono maggiore identità e definizione.

Anche i bassi, con le impostazioni predefinite, subiscono netti miglioramenti: le House of Marley Rise Up, che normalmente hanno un output sufficientemente piatto (nel senso che bassi, medi e alti non hanno particolari differenze di volume ed intensità), riproducono invece bassi ben presenti e ad un volume leggermente più elevato rispetto alla norma se utilizzate in accoppiata con il Sound Blaster E3. Questo può essere un fattore positivo o negativo a seconda delle proprie preferenze e delle proprie cuffie: con cuffie come le SOL Republic Tracks V8 risulta negativo, visto che i bassi sono decisamente presenti; con altre cuffie può risultare decisamente più apprezzabile.

Difetti

Un difetto particolarmente importante è l’impossibilità di disattivare il Bluetooth: anche se Sound Blaster E3 è pensato principalmente per essere usato con questa tecnologia, il suo possibile utilizzo come scheda audio via USB per un computer o per uno smartphone o tablet compatibile rende di fatto superfluo il Bluetooth. Perché non permettere di disattivarlo o, viceversa, di usare il dispositivo come tramite di collegamento a cuffie Bluetooth?

L’equalizzazione preimpostata porta il dispositivo a produrre una quantità di bassi fin eccessiva con cuffie che già di per sé puntano molto sui bassi – come, ad esempio, le SOL Republic Tracks V8. Questo problema può essere facilmente risolto impiegando il software per computer apposito messo a disposizione da Creative.

A questo proposito, nonostante l’impegno di Creative a supportare Linux (pur con alti e bassi), il programma per modificare le impostazioni del Sound Blaster E3 è disponibile solo per Windows e MacOS X. Il riconoscimento del Sound Blaster E3 è tuttavia immediato e non è necessario installare software aggiuntivo (prova effettuata su Linux Mint 17 con kernel 3.16-pf2).

Conclusioni

Creative Sound Blaster E3 è un prodotto destinato a chi vuole di più dalla propria musica senza adoperare prodotti destinati al mercato audiofilo, spesso sensibilmente più costosi, non sempre facili da reperire e che richiedono attenzioni particolari e un bagaglio di conoscenze che non tutti hanno. Il risultato ottenibile, però, è davvero degno attenzione: Sound Blaster E3 riesce a trasformare completamente la musica che si ascolta normalmente, permettendo di sentire meglio e di notare cose che altrimenti difficilmente si sarebbero potute sentire.

Il costo non è propriamente contenuto: parliamo di 129€ 109.99€ sull’online store di Creative, che certo non posizionano il prodotto in una fascia di spesa che tutti sono disposti a raggiungere. Si tratta, tuttavia, di una spesa ridotta rispetto a quella di un lettore dedicato con prestazioni simili e, contrariamente alla stragrande maggioranza di questi ultimi, Sound Blaster E3 può essere utilizzato anche come scheda audio per il PC pur mantenendo l’ingombro al minimo.

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Recensione ZuperDAC, il DAC USB per tutti - Tutto Android()

  • Pingback: Recensione iClever IC-BTT02, ricevitore e trasmettitore Bluetooth per tutti - Tutto Android()

  • Pingback: Recensione Creative Sound Blaster E5 - Tutto Android()

  • Pingback: Recensione RHA T10, cuffie in-ear premium - Tutto Android()

  • Pingback: Z:ero, le prime cuffie micro-USB per Android - Tutto Android()

  • Pingback: Recensione Macrom JOY30 - Tutto Android()

  • FCava

    Creative deve imparare a supportare meglio i suoi prodotti, invece di ucciderli via software quando sono ancora molto validi. Pur essendo un utilizzatore di prodotti di tale marca, meglio stare lontano se si pensa al lungo periodo

  • Pingback: Recensione House of Marley Rise Up - Tutto Android()

  • Luca Audrito

    Mentre leggevo pensavo di prenderlo, poi sono arrivato al prezzo

    • C’è anche una versione più economica che si chiama Sound Blaster E1. Non so, però, quali siano le sue prestazioni nell’audio!

  • Claudio Rocchi

    Se la recensione fosse iniziata col costo di 129 euro avrei evitato di leggere il resto :D … a parte tutto… bell’aggeggino ma prezzo spropositato…

    • Eh già, comodo lui! E io che scrivo a fare? Eh? Eh? Eh?
      L’ho fatto apposta, così ti sei dovuto sorbire 1000+ parole. Dovete soffrire pure voi come io ho “sofferto” a scrivere.

      (complimenti per aver letto tutto :D)

      Aggiornamento: il prezzo si è abbassato a 109.99€, ho modificato l’articolo!

      • Iacopo Savoia

        Beh tu hai avuto un bel regalino in cambio noi lettori solo un articolo “pubblicitario”….. a quel prezzo non é una soluzione per nessuno se non per chi ha soldi che gli avanzano da buttare….

        • No, ti sbagli: è una soluzione più che adeguata per chi ama ascoltare la musica, ad un prezzo del tutto accettabile. Chiaramente non è un prodotto destinato alle masse, ma non mi pareva che ci fosse bisogno di scriverlo. Anziché spendere 300€ per delle cuffie di fascia medio-alta (esempio a caso: Beats Studio), si possono spendere 100-150€ in cuffie (buone) più 100€ di Sound Blaster E3, con un risparmio notevole ed un risultato che, in fin dei conti, è migliore.
          Possiamo discutere del fatto che io faccia poco testo, visto che mio padre costruisce altoparlanti planari che sono tra i migliori al mondo e credo di avere un orecchio discreto per la buona musica, ma non mi paiono ragionamenti così campati per aria.

          • Stefano Dell’anna

            dire che le beats sono di qualità alta è blasfemia

          • Non ho mai scritto che sono di alta qualità! Ho scritto che sono di fascia medio-alta, facendo riferimento al prezzo. ;)

          • Stefano Dell’anna

            diciamo che hanno un sovrapprezzo medio-alto

    • baronerotto .

      Ahahaah….ma, dimmi : perché hai letto l’articolo se non ti interessa la musica ? E magari con il tuo sfigatissimo iphone o come cavolo si chiama l’attrezzino della mela bacata usi le sontuose cuffiette in dotazione….? Beh…se il sound blaster E3 Ti sembra troppo costoso puoi rivolgere l’attenzione al modello E1 che è più economico. A mio parere, potendo, meglio prendere comunque il sound blaster E5. Tutta roba da usare però con auricolari o cuffie degne : io uso delle in ear RHA ma750 , da circa 100€ ; il consiglio che posso dare per le cuffiette è di non scendere al di sotto dei cento euri e di affidarsi a marchi di livello come : SHURE,RHA, SENNHEISER,BOSE….

      • Claudio Rocchi

        Dove avrei scritto che non mi interessa la musica? E poi cosa c’entra iPhone? Per la cronaca possiedo un s6

      • Giulio

        C’è zio… Ca**o… tu che hai gli auricolari inEeeaaaar da un verdone sei figo… michia non è che per caso te che c’hai soldi li puoi regalare a tutti… c’èeee…. non so se mi capisci…non ho molti cash… non ne ho tanti come te che ci faccio gli origami…

        • baronerotto .

          So figo, lo so ! ma ti ringrazio per averlo ribadito ! Ti stimo fratello. Ah…dimenticavo , gli origami li faccio solo con i violetti, che ci dona di più….i verdoni invece li uso esclusivamente per accendere i Cohiba !

          • Giulio

            Ahahahah… La simpatia non ti manca… Prendere in giro è sempre bello… Sopratutto quelli che si vantano… Le tue misere cuffiettine mi fanno rabbrividire solo pensare al fatto che hai speso 100€ per quelle… Sono cuffie squlibrate… Hanno un eccesso di alti in maniera spropositata… Bassi inesistenti… E hanno una impedenza misera… Senza dire che la fedeltà della disposizione scarseggia… Quindi fai bene attenzione a chi parli e al modo in cui lo fai… Se prendi un creative sound blaster per le tue cuffiette il sound blaster ti chiede se lo prendo per il culo!!

            Tanto per concludere in bellezza il sound blaster andrebbe usato con delle cuffie di una certa rilevanza ma non per prezzo, ma per qualità di riproduzione e un’impedenza non minore di 32Ohm…
            Passo e chiudo…

          • baronerotto .

            Ciao, sembra quasi che l’hai presa sul personale. visto che non ci conosciamo, penso che tu abbia avuto qualche disavventura con il marchio RHA . Lungi da me credere che le RHA 750 siano i migliori auricolari in commercio, ma questo modello in particolare è molto ben valutato in generale ancor più del corrispettivo diretto della SHURE ; d’altronde, rimanendo in ambito RHA , ci sono dei modelli molto ma molto costosi. le 750 costano meno di 100€ , io le ho pagate 89€ e sinceramente per questo costo non mi hanno deluso affatto. Tieni conto che venivo da delle Bose, cuffiette molto ruffiane ma di una qualità, sia costruttiva che sonora, decisamente ma proprio decisamente inferiore e con un costo nettamente superiore sia a RHA 750 che a SHURE 250. Te mi parli di impedenza…ma con una impedenza del genere ho i miei dubbi che con un troiaio del livello del tab 4 o del portatile che ho , o pure con il mio BlackBerry , si riuscirebbe a sentire qualche suono. Per ultimo, visto che ormai sto quasi scrivendo una mini recensione delle RHA ma750 e non mi paga nessuno per questo , ti rispondo sulla questione dei bassi che secondo te sono scadenti : le cose non stanno affatto così anzi, le cuffiette inizialmente hanno deluso anche me ma, dopo un rodaggio di una qualche decina di ore hanno iniziato a suonare sempre meglio , mantenendosi analitiche e senza particolari colorazioni , con una buona profondità e con dei bassi fantastici. È chiaro che gli vanno date in pasto delle tracce di qualità ,cosa necessaria per apprezzare le doti di qualsiasi cuffia e che certo non si può pretendere che il mio tab4 riesca a suonare in modo decente , per questo il sound blaster E3 può essere di grande aiuto. in conclusione : il fattore soggettivo è sempre molto importante e a me, come a moltissimi, le RHA 750 sono piaciute molto, soprattutto considerando la fascia bassa di prezzo . Ultimo consiglio : essendo delle in ear, per apprezzarne le qualità sonore, vanno infilate come fossero tappi per gli orecchi e a qualcuno ciò potrebbe risultare scomodo . in questo modo, se avrai occasione di riprovarle con più attenzione , ti renderai conto che hanno dei bassi da riferimento assoluto! Ti saluto con simpatia,ciao.

          • Giulio

            Non per contraddire… Ma sembra che sul personale l’abbia presa tu… Comunque non sono ignorante… So cosa è e come si mette una cuffietta inEar… Ne ho un paio della Sony scelte accuratamente senza spendere un patrimonio e per la cifra che ho speso sono le migliori in commercio… Forse pure meglio delle tue… Senza offesa. Inoltre da giovane audiofilo ti posso assicurare che la vera musica si ascolta con le cuffie… E parliamoci chiaro… È li dove ha senso spendere soldi… Su delle coffie con dei bei driver da 70mm si può pretendere molto! E devo dire che le mie soddisfano assai… Anzi se le provi poi nei confronti degli auricolrai hai un sentimento di disprezzo… Forse rimpiangi solo la comodità di poterle infilare in tasca…

            E di nuovo per finire in bellezza pensò di saperne qualcosa di qualità audio… Effetuo test con file wave 24bit/96kHz 2822kbsp ora dimmi… La qualità è sufficiente per un confronto audio e averne al certezza di fedeltà di riposizione e qualità e tutto quello che segue? XD

          • baronerotto .

            Guarda, ti replico per l’ultima volta perché sono un attimo in crisi , ho finito i verdoni per accendere i cohiba e ora mi tocca usare i 50€ e, mi capirai, i miei amici già mi stanno prendendo per il c..o dandomi del barbone ! Non mi posso in nessun modo definire audiofilo perché non lo sono ed è meglio lasciare il titolo ad altri ben più esperti ma, sicuramente da quello che ho capito ,te sei giovane ed hai ben ragione a dire che per ascoltare la musica come si deve ci vogliono delle cuffie di qualità e non gli auricolari ma aggiungerei anche un buon lettore cd con un buon finale a pilotare dei monitor degni ( TDL ;B&W) . Quando avevo l’impianto stereo ,anche io avevo una cuffia della SONY di discreto livello, pagata all’epoca circa 200 mila lire , la collegavo direttamente ad un buon lettore cd della technics ma, preferivo ascoltare la musica dalle casse, pilotate da un ampli ibrido della luxman , alternato a un pre e finale sansui molto potente ; quei tempi spensierati son però passati per sempre. ora mi limito a degli auricolari collegati a dei dispositivi portatili , sigh….. ah….per la cronaca, sto parlando purtroppo di oltre 30 anni fa , pensa che ascoltavamo la musica con dei dischi neri che andavano a 45 o 33 giri , sto parlando del vinile….. c’erano i duran duran gli spandau , madonna i deep purple ,genesis ……..e tanti altri. Ciao e buoni ascolti !

          • Giulio

            forse non hai capito… son giovane ma non cosi tanto! i dischi in vinile li conservo ancora in soffitta! tanto per farti capire ti consiglio vivamente di provare ad ascoltare un album dei Two Steps From Hell su delle MDR XB 1000! ti ricrederai su tutte le cuffie che hai usato e/o provato fino ad adesso! poi fammi sapere…

  • Credo tu non abbia capito a cosa serve e come funziona questo dispositivo (sicuro di aver letto bene la recensione?). Non serve per connettere cuffie Bluetooth, ma per connettere cuffie normali con cavo. Credevo di averlo spiegato abbastanza bene con queste frasi: “Creative Sound Blaster E3 […] è […] un amplificatore per cuffie che permette di trasformare qualunque cuffia in una cuffia Bluetoth”, “Il fatto di poter utilizzare qualunque cuffia come una cuffia Bluetooth è uno dei principali punti di forza di questo DAC.” e così via.
    Ti assicuro che ho provato tante cuffie e *NESSUNA* ha i controlli di volume e riproduzione che funzionano con Android; ce ne sono anche tante che non li hanno proprio. Non ho ancora trovato cuffie con cavo con i tasti avanti e indietro, ad esempio. Questo aggeggio invece ti permette non solo di trasformare qualunque cuffia CON CAVO in una cuffia Bluetooth, ma anche di controllare la riproduzione.
    Dove sarebbe, quindi, la minchiata?

    • Riccardo Karmator

      Io uso le cuffie a padiglione hipster che vanno di moda ora, un po’ perché si torna agli anni 70 e un po’ per la qualità migliore dell’audio che hanno questo tipo di cuffie. Sono delle JVC HA-SR500 e hanno il microfono integrato per rispondere alle chiamate. Quello che non ha è il controllo del volume ma di riproduzione si. Un click del tasto microfono e va in pausa, 2 click avanti, 3 click indietro e 4 casuali. Utilizzo PowerAmp sul mio S3 montante la CyanogenMod Snapshot 12 quindi non è vero che nessuna cuffia non va, dipende cosa cerchi te. Questo lo trovo figo ma incredibilmente inutile, chi ne mastica di musica sa bene come e cosa comprare

      • Ho controllato e quella funzione sembra essere propria della CyanogenMod, perché su Android stock non funziona. Provato su Nexus 4 (4.4.4) e su Acer Liquid S2 (4.2.2).

        • mentalrey

          testato su un oppo find5 diverso tempo fa e fino a 3 click funziona perfettamente. (non ho mai provato con 4).
          Io però tutte le supermenate da “costa 100 euro” è una follia da pseudoaudiofili non le capisco troppo, quando a scrivere è chi si compra l’S6/iPhone6/Zizza6 appena uscito da 700 euro. Io un centone per pilotare degnamente delle cuffie serie non dico che li spendo quasi volentieri, ma giustifico il bilanciare la catena audio. tutto questo “se il prodotto effettivamente vale l’esborso”. Ma a quanto sembra siamo nell’era di chi guarda e basta, le orecchie non servono più.

          • Non è un caso che il segmento dell’hi-fi si sia ridotto fino al punto di oggi. Al 99.9% della gente bastano gli MP3 a 128kbps, a scapito di chi invece vuole qualcosa in più.

  • ricciolo

    Potrebbe fare da interfaccia tra il mio note3 e la mia autoradio Nav600 che non supporta lo streaming BT audio?

    • Se la tua autoradio ha la possibilità di collegare un dispositivo tramite cavo con jack da 3.5mm sì, può fare da ponte!

      • ricciolo

        si infatti ha un’entrata AUX con jack da 3.5, grazie!

        • Duch

          cellular line bt clip e va via la paura! e risparmi una marea di soldi!

          • ricciolo

            cellular line bt clip ? cos’é?

        • Iacopo Savoia

          a questo punto usa un cavo e collega il cell tramite jack…

  • Iacopo Savoia

    Qualunque cuffia bluetooth permette di comandare volume e play/pase successivo e precedente, quindi é inutile che state ad esaltare questo aspetto… non é ne una novitá ne un innovazione. Ma come fate a fare una recensione senza sparare qualche minchiata?

    Bluetooth

    Approfondisci su http://www.tuttoandroid.net/accessori/recensione-creative-sound-blaster-e3-228652/
    Bluetooth

    Approfondisci su http://www.tuttoandroid.net/accessori/recensione-creative-sound-blaster-e3-228652/

Top